Gestione della Direttiva 2014/68/UE MARCATURA CEE “PED” ‘AGENZIA TECNICA PER ENTE NOTIFICATO’ D.M. 329/04 VERIFICA PERIODICA ATTREZZATURE A PRESSIONE E NON

La direttiva 97/23/CE del Parlamento europeo e del Consiglio ha subito sostanziali modifiche. Poiché si rendono necessarie nuove modifiche, a fini di chiarezza è opportuno procedere alla sua rifusione.

La decisione n. 768/2008/CE del Parlamento europeo e del Consiglio  stabilisce un quadro comune di principi generali e di disposizioni di riferimento da applicare in tutta la normativa settoriale, in modo da fornire una base coerente per la revisione o la rifusione di tale normativa. La direttiva 97/23/CE dovrebbe pertanto essere adeguata a tale decisione.

La presente direttiva si applica alle attrezzature a pressione sottoposte a una pressione massima ammissibile PS superiore a 0,5 bar. Le attrezzature a pressione sottoposte a una pressione inferiore o pari a 0,5 bar non presentano rischi significativi connessi alla pressione; la loro libera circolazione nell’Unione non dovrebbe quindi essere ostacolata.

La Direttiva PED ha un campo di applicazione estremamente esteso, in quanto le sue disposizioni si applicano ai processi di progettazione, fabbricazione e di valutazione di conformità delle attrezzature a pressione e degli insiemi sottoposti ad una pressione massima ammissibile superiore a 0,5 bar, di conseguenza, gli obblighi derivanti riguardano sia i costruttori, sia i rivenditori, sia gli utilizzatori delle attrezzature a pressione e degli insiemi sottoposti a pressione.

Equa garantisce la professionalità del proprio personale a partire dalle fasi iniziali dei processi di costruzione, fino ai test finali e alla successiva sorveglianza, di tutte le attrezzature e impianti a pressione, tra i quali tutti i recipienti, i serbatoi, i generatori di vapore, le tubazioni e gli accessori di sicurezza, come per esempio le valvole.